Vaccino sospetto, l'Apss: "non in Trentino"

Nessuna dose del vaccino Flaud, indicato come possibile causa di tre decessi sospetti in Sicilia e Molise, usato anche in Trentino apparterrebbe ai due lotti sequestrati ieri dall'Aifa. A comunicarlo è una nota dell'Azienda sanitaria provinciale: "nessuno dei due lotti ritirati (142701 e 143301) è stato impiegato nella campagna antinfluenzale organizzata in Trentino tramite i servizi vaccinali e i medici di famiglia".

"Dall’inizio della campagna antinfluenzale ad oggi - prosegue la nota - a fronte di 80 mila dosi di vaccini antinfluenzali distribuiti, è pervenuta al Servizio di Farmacovigilanza aziendale un’unica segnalazione di reazione avversa dopo somministrazione di vaccino antinfluenzale (diverso da Fluad) risoltasi senza conseguenze gravi. Ricordando che ogni anno in Italia circa 8 mila persone muoiono di influenza, l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari raccomanda la vaccinazione alle persone a rischio 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Besenello: tre feriti e traffico impazzito

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

  • Auto sfiorata dalla valanga, maestro di sci salvo: pubblica le foto su Facebook

  • Il treno Bolzano-Milano è realtà: Frecciarossa dal 15 dicembre

  • Trento di nuovo prima per qualità della vita

  • Il Rifugio Altissimo si trasforma in una statua di ghiaccio: le immagini impressionanti

Torna su
TrentoToday è in caricamento