menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non si ferma al posto di blocco, per cavarsela s'inventa un furto

Il giovane ha cercato di garantirsi l’impunità mediante una falsa denuncia, tra l’altro supportata dalla chiamata pervenuta al 112 alle ore 04:28 di domenica mattina che segnalava il furto del veicolo

I Carabinieri della Stazione di Denno hanno denunciato, per “simulazione di reato”, “falso ideologico commesso da privato” e “procurato allarme presso l’Autorità”, I. S., 24enne di Cunevo. Il ragazzo, domenica mattina, si era presentato presso la Stazione Carabinieri di Denno ed aveva denunciato che la notte precedente, tra mezzanotte e le quattro del mattino, ignoti gli avevano rubato la sua autovettura, parcheggiata, con le chiavi inserite, nelle vicinanze di una festa campestre organizzata nel vicino comune di Campodenno. L'auto è stata poi ritrovata lunedì mattina a Vervò, da una pattuglia della Polizia Locale di Cles. Le indagini condotte dai Carabinieri hanno permesso di appurare che il denunciante del furto si era inventato tutto per coprire il fatto che, quella stessa notte tra sabato e domenica, alle ore 01:45 circa, proprio a Denno, il 24enne non si era fermato all’alt di una pattuglia della Polizia Stradale di Malè. Il giovane ha quindi cercato di garantirsi l’impunità mediante una falsa denuncia, tra l’altro supportata, nelle sue intenzioni, dalla chiamata pervenuta al 112 alle ore 04:28 di domenica mattina che segnalava il furto del veicolo, impegnando così inutilmente le pattuglie del controllo del territorio alla ricerca della sua autovettura. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    Brazadèl pasquale: il tipico dolce trentino

  • Attualità

    Il Trentino in zona arancione per la bozza dell'Iss

  • Attualità

    Autocertificazione per spostarsi, quando serve

Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento