Cronaca Centro storico / Tangenziale Ovest

Film su Stefano Cucchi al Bruno, Netflix blocca l'evento: "Proiezione illegale"

Evento rimosso da Facebook, i rappresentanti del Centro Sociale: "Andiamo avanti". La storia racconta gli ultimi 7 giorni di vita di Cucchi

Una scena del film prodotto da Netflix

Battaglia legale sulla proiezione del  film su Stefano Cucchi al Cento Sociale Bruno. Può sembrare pparadossale: il film su una delle vittime della Legge in italia non può, chiaramente, essere proiettato in situazioni che non rispettino la Legge. Quest'ultima parla chiaro: sono ietate riproduzioni al di fuori dell'uso domestico. E' quanto si legge, per esempio, sui DVD originali. Ma la stessa legge si applica alle piattaforme digitali?

L'acclamato film sul caso Cucchi è prodotto da Netflix e distribuito da Lucky Red. La seconda, su mandato della prima, ha segnalato l'evento, in programma per mercoledì 12 settembre al centro sociale  di Lung'Adige san Niccolò, a Facebook, che ha subito rimosso l'evento.  

"Noi ribadiamo invece che non si tratta di una proiezione a scopo commerciale, ma di un momento collettivo per ricordare la morte di Stefano Cucchi e il vergognoso iter giudiziario non ancora concluso. È un bene che il film circoli nei centri sociali e negli spazi, perché è un film da vedere assieme, anzi la sua potenza sta esattamente nella sensazione di aver finalmente "visto assieme" qualcosa che ci pare così chiaro, ma allo stesso tempo così socialmente invisibile. Ribadiamo, e vi preghiamo di spargere la voce, che la proiezione resta confermata" si legge sulla pagina facbook del Bruno. Ovviamente ad ingresso libero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Film su Stefano Cucchi al Bruno, Netflix blocca l'evento: "Proiezione illegale"

TrentoToday è in caricamento