menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Figlio invalido "sfruttato" nell'azienda di famiglia, padre denunciato

Avrebbe assunto il figlio, invalido al 75%, senza pagare i contributi per poi licenziarlo a sua insaputa: denunciato un imprenditore delle Giudicarie

Una storia dai contorni oscuri, sulla quale farà luce la Procura sulla base delle informazioni raccolte dalla Polizia locale delle Giudicarie che ha denunciato un imprenditore della valle per circonvenzione d'incapace e maltrattamenti in famiglia, segnalando anche numerose violazioni alle norme in materia di diritto del lavoro. L'uomo avrebbe "sfruttato" il figlio, invalido, facendolo lavorare gratuitamente nella propria azienda. Una situazione che andava avanti da diversi anni, forse un decennio.

All'inizio il figlio era assunto con regolare contratto, anche se sembrano esserci delle irregolarità sui versamenti contributivi, poi sarebbe stato licenziato, a sua insaputa. Avrebbe quindi continuato a lavorare, secondo gli inquirenti svolgendo mansioni di bassa manovalanza ed in situazioni di scarsa sicurezza, senza però essere pagato, quantomeno non in modo regolare e trasparente. Le informazioni raccolte sono state trasmesse all'Inps ed  al Servizio Lavoro della Provincia, oltre che alla Procura di Trento.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento