menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'orsa catturata in Val di Genova è figlia di Daniza, vivo anche il fratello F20

La Provincia: "Il fatto conferma le buone capacità di sopravvivenza dei cuccioli senza madre". L'esemplare di 110 chili è "in ottima salute"

L'orsa catturata nella serata di lunedì in Val di Genova è la figlia di Daniza. A darne conferma è una nota del Servizio Foreste e Fauna della Provincia di Trento diffusa oggi. Le analisi del dna hanno identificato la femmina di 110 chili catturata e poi rilasciata con radiocollare come figlia dell'orsa che portò il Trentino sulle prime pagine dei quotidiani nazionali, e che venne poi uccisa da una dose  eccessiva di anestetico, nel tentativo di catture conseguente all'aggressione ai danni di un fungaiolo della Val Rendena. 

Nello stesso periodo i due cuccioli, "sorvegliati speciali" anche da parte del Corpo Forestale dello Stato, vennero marcati con dei microchip. Tre anni dopo il chip ha permesso di identificare l'orsa, nel frattempo cresciuta: l'esemplare, del peso di oltre un quintale, è stato trovato, come spiega la nota, "in ottima salute". "Secondo gli esperti questo fatto testimonia ancora una volta le buone capacità di sopravvivenza dei cuccioli privi di madre. Anche il fratello di F20, infatti, risultava vivo e presente all'ultimo rilevamento genetico effettuato nel 2016"  conclude la nota.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento