Cronaca Via Statale del Caffaro

Fermato dai carabinieri: "Apra il bagagliaio", dentro c'è la fidanzata nascosta

Scena da film (thriller) in Valle del Chiese: i due avrebbero almeno potuto attendere il 4 maggio

Fidanzata nascosta nel bagagliaio per eludere i controlli: l'amore ai tempi del coronavirus è anche questo. Dopo il giovane che, fermato, ha detto che avrebbe diviso la multa con la sua ragazza, e quello che per andare a trovarla quasi rischiava un incidente dopo aver visto la polizia, ecco che a Storo i carabinieri hanno fermato un ragazzo che tentava una rocambolesca "fuga d'amore" con la sua dolce metà chiusa nel vano posteriore dell'auto.

I militari hanno intercettato l'auto durante uno dei posti di blocco disposti per l'emergenza coronavirus. Il giovane automobilista è parso da subito in grandi difficoltà nel giustificare il suo spostamento in auto, e soprattutto è apparso oltremodo agitato. Possiamo solo immaginare l'espressione dei carabinieri quando dal bagagliaio è saltata fuori una ragazza.

I due si sono detti mortificati, ed hanno spiegato di aver gito in quel modo solo per passare un po' di tempo insieme. In un primo momento, infatti, la scena lasciava immaginare anche altre ipotesi di reato. I due sono stati sanzionati per inottemperanza alle regole del Decreto nazionale sull'emergenza. Saebbe loro bastato attendere pochi giorni per potersi rivedere senza correre alcun rischio, sempre potendo giustificare la "stabilità affettiva" richiesta per potersi ritenere "congiunti". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato dai carabinieri: "Apra il bagagliaio", dentro c'è la fidanzata nascosta

TrentoToday è in caricamento