menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fibrosi cistica: dalla Provincia invalidità al 100% per le forme più gravi

Il malato di fibrosi cistica - in Trentino sono circa 60 le persone affette da questa patologia - viene qualificato come portatore di handicap grave, con il conseguente riconoscimento dei benefici previsti dalla legge 104

Diritto all'indennità di accompagnamento per i minori affetti da fibrosi cistica, estensione dei casi di invalidità al 100% alle forme di fibrosi cistica ad espressione prevalentemente o esclusivamente polmonare e riconoscimento dei benefici previsti dalla legge 104 e dalla normativa provinciale per i malati di fibrosi cistica, da oggi considerati portatori di handicap grave. Sono queste le principali novità introdotte dalla delibera di Giunta approvata oggi, su proposta dell’assessore alla salute e politiche sociali Luca Zeni. Alle forme di fibrosi cistica ad espressione prevalentemente o esclusivamente polmonare negli adulti viene riconosciuta un’invalidità lavorativa del 100%. Il malato di fibrosi cistica - in Trentino sono circa 60 le persone affette da questa patologia - viene qualificato come portatore di handicap grave, con il conseguente riconoscimento dei benefici previsti dalla legge 104 del 1992 e dalla normativa provinciale.

La delibera approvata dalla Giunta dà inoltre mandato all'Azienda sanitaria di verificare che l’accertamento di invalidità avvenga secondo i nuovi standard e di rivedere, ed eventualmente aggiornare, le valutazioni medico legali già espresse. Il Centro di supporto provinciale per l’assistenza alle persone affette da fibrosi cistica costituirà riferimento per l’Unita operativa di medicina legale per il rapporto con l’utenza nell'ambito delle attività di accertamento dell’invalidità. "Oggi è una giornata importante - ha dichiarato Zeni - perché vengono pienamente riconosciuti i diritti delle persone affette da una patologia fortemente invalidante e con pesanti ripercussioni anche sulla sfera psico-relazionale. Il provvedimento approvato aggi amplia le forme di tutela e di sostegno in favore di una malattia considerata di alto interesse sociale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento