Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

A Novaledo la festa dei comignoli: "La salute non è negoziabile"

"I comignoli sono quelli che la Provincia di Trento ha deciso di ispezionare proprio mentre il caminone della Menz & Gasser ha iniziato a sputare fumo, che sta spaventando la gente"

Riceviamo e pubblichiamo dal comitato 'Il Respiro della Valsugana'
 

La 'Festa dei Comignoli e del Caminone' si terrà sulla Piazza del Comune di Novaledo domani, sabato 4 giugno, a partire dalle ore 20. I comignoli sono quelli che la Provincia di Trento ha deciso di ispezionare proprio mentre il Caminone della Menz & Gasser ha iniziato a sputare fumo, molto fumo che sta spaventando la gente. Alla fine, hanno detto l'Appa e Mauro Gilmozzi, una cinquantina di camini verranno messi a norma. Una cosa assolutamente ridicola, perché 50 sui 250 di Novaledo? Perché non anche quelli di Marter, villaggio che riceve tutto il fumo quando le brezze “tirano ad est”?

E l'inquinamento di Barco, Roncegno, Campiello, Santa Giuliana e della stessa Levico? Assessore! Mettiamo a norma tutti i camini? Ma l'assurdo maggiore è che per fare spazio al notevole inquinamento prodotto dal nuovo Caminone-business della Menz & Gasser, fabbrica di marmellate, si voglia buttare fumo negli occhi degli abitanti della zona.

Il Respiro di Valsugana avanza una proposta all'assessore aggiunto all'Industria, Mauro Gilmozzi e alla giunta comunale di Novaledo, d'accordo con questa violenza fatta alla popolazione dell'intera valle: perché non lasciar fumare liberamente il grande bruciatore della fabbrica di marmellate e abolire le secolari stufe a legna?

È incredibile che proprio nelle settimane in cui si sono presentate al pubblico le edizioni 2016 di Arte Sella e Book Festival che, si è detto, qualificano la valle (assieme ai laghi e alla ciclabile) come esempio di ecologia e di territorio turistico per famiglie, un nuovo camino abbia iniziato a vomitare fumo sulle case. Mentre pare annunciarsi all'orizzonte un braccio di quella famigerata Pi.Ru.Bi. che verrebbe a lambire proprio i laghi, gioiello del turismo e quindi dell'economia di valle.

Il Respiro di Valsugana chiama in piazza la gente. Per una fetta di crostata, una bibita, un bicchiere di vino biologico o di Prosecco, una sorpresa bella e “naturale” per i bambini e le danze col gruppo di Danzare la Pace.

La "Festa dei Comignoli e del Caminone" di Menz & Gasser costituirà un momento di socializzazione ma anche di autocoscienza: sulla schizofrenia suicida dell'Assessorato all'Ambiente, con la sua mano operativa, l'Appa, che allo stesso tempo vorrebbe favorire la qualità dell'offerta turistica della Valsugana e il business ecologicamente insalubre di un'azienda che aveva nel metano il suo combustibile e che ora, vicino alla ciclabile, ha un camino che quotidianamente fila il fumo su case e campi. La Festa dei Comignoli e del Caminone servirà a dire che «Non è negoziabile la salute dei nostri bambini, assessore Mauro Gilmozzi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Novaledo la festa dei comignoli: "La salute non è negoziabile"

TrentoToday è in caricamento