"Tre Ferrari per l'Azienda sanitaria". Ma è una bufala

Si è trattato di un banale errore di inserimento dei mezzi nel sistema informatico da parte dell'operatore. Uno scandalo inesistente: le auto in dotazione all'Azienda sono invece tre Fiat Panda 1100

Una piccola bufera si è levata alla notizia che l'Azienda sanitaria del Trentino avesse nel suo parco auto tre Ferrari. La realtà, però, è che si tratta invece di tre Fiat Panda 1100.

La voglia di gridare allo scandalo è sorta ieri, quando sono stati resi noti i dati del censimento svolto dalla FormezPa su incarico del dipartimento della funzione pubblica.
 
I giornali locali hanno riportato la notizia, con relativa smentita, a proposito delle Ferrari, da parte dell'assessore alla sanità, Ugo Rossi, che oggi puntualizza: "Un evidentissimo errore materiale, semplicemente riscontrabile accedendo alle schede. Quelle che vengono riferite come tre Ferrari, sono tre Panda. Mi pare evidente, a questo punto, che i sistemi di raccolta dati a volte siano inattendibili".
 
Si è trattato quindi di un banale errore di inserimento dei mezzi nel sistema informatico da parte dell'operatore. Uno scandalo inesistente.  "Tre Ferrari nella dotazione delle auto blu dell'Azienda sanitaria non ci sono - ha commentato ancora Rossi - ma in pediatria avranno tre modellini della mitica rossa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento