menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Fermato un altro spacciatore, nascondeva i soldi nella Bibbia

Grazie a una ricevuta di pagamento di una bolletta della luce, trovata in tasca al ventisettenne nigeriano, gli agenti della Squadra Mobile sono risaliti a un appartamento occupato dal giovane in zona Vela. All'interno è stato trovato, e sequestrato, l'occorrente per il confezionamento della droga, eroina ed hashish, oltre a circa 1000 euro

Prosegue la lotta contro lo spaccio delle forze dell'ordine trentine, un altro spacciatore è stato fermato da "gli Orsi" sabato 17 aprile in piazza Dante, a Trento. La strategia messa in campo dal Questore di Trento ha visto protagonisti ancora una volta "gli Orsi" della Squadra Mobile. I poliziotti in borghese della Questura di Trento si sono confusi tra i passanti, nel centro della città, passando per le vie vicine alla stazione dei treni ed appostati sui palazzi che circondano piazza Dante, hanno assistito in diretta a una vendita di droga.

Un giovane ventiquattrenne trentino, proveniente da vicolo del Vo', è arrivato ai giardini della Stazione e, dopo aver riconosciuto il pusher, un ventisettenne nigeriano, gli ha fatto un cenno. A questo punto i due si sono diretti verso via Gazzoletti, seguiti a distanza da due equipaggi dell'unità crimine diffuso della Squadra Mobile ed osservati da vicino da un altro "degli Orsi", in sella ad una bicicletta come fosse un potenziale cliente alla ricerca di droga, in contatto diretto con le due squadre. Non appena quest'ultimo ha avuto la certezza che si fosse realizzato lo scambio tra spacciatore ed acquirente, gli agenti sono passati all'azione.

I quattro "orsi" si sono divisi: due hanno seguito il pusher verso piazza Dante, mentre l'altro equipaggio, si è concentrato sull'acquirente che si era diretto verso largo Nazario Sauro. I due sono stati fermati simultaneamente. All'acquirente è stata trovata una dose di hashish, allo spacciatore 7 di eroina e 3 di hashish, oltre a circa 100 euro in banconote di piccolo taglio.

Grazie a una ricevuta di pagamento di una bolletta della luce, trovata in tasca al ventisettenne nigeriano, gli agenti della Squadra Mobile sono risaliti a un appartamento occupato dal giovane in zona Vela. All'interno è stato trovato, e sequestrato, l'occorrente per il confezionamento della droga, eroina e hashish. Allo stesso modo sono stati sequestrati circa 1000 euro, nascosti all'interno di una Bibbia, priva delle pagine centrali, cosicché si potesse creare un incavo per nascondere il denaro. Lo spacciatore è stato denunciato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento