menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Senza patente, sorpassa ad un incrocio a tutta velocità: "Dovevo portare la mia ragazza al lavoro"

Fermato dopo l'inseguimento da parte della Stradale: gli avevano già ritirato la patente

"Devo accompagnare al lavoro la mia ragazza, è in ritardo". Si è giustificato così di fronte agli agenti della Polizia Stradale il giovane automobilista fermato in Val di Sole, che dovrà pagare una multa di oltre 5.500 euro per aver superato in presenza della linea continua e proprio davanti al posto di blocco. 

Gli agenti lo hanno visto lanciarsi, a bordo della sua Jeep Compass, nella spericolata manovra davanti ai loro occhi. Solamente per un caso fortuito in quel momento sull'altra corsia non c'era nessuno e fortunatamente non si è verificato un incidente che avrebbe potuto avere consrguenze gravissime.

Il sorpasso è infatti avvenuto in prossimità di un incrocio, quello tra via dei Molini, a Monclassico, e la statale 42. La pattuglia si è subito messa all'inseguimento dell'auto pirata, con le sirene spiegate, ma il ragazzo ha proseguito la sua folle corsa, fermandosi al paese successivo, Terzolas.

Una volta fermato si è giustificato dicendo di dover accompagnare la fidanzata al lavoro. I guai, però, non sono finiti: da un rapido controllo è risultato che il giovane guidava senza patente: gli era stata revocata dai Carabinieri di Cles per esaurimento dei punti. 

La multa per guida senza patente è di 5.110 euro, ai quali si aggiungono 172 euro per velocità e 333 euro per sorpasso pericoloso. La jeep è stata sottoposta a fermo amministrativo per tre mesi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento