A22: fermato con moglie e figli, e due etti di droga

Gli agenti hanno intercettato un'auto proveniente da Verona al casello di Rovereto Nord. L'uomo ha da subito mostrato un certo nervosismo

Viaggiava con moglie e figli il 38enne fermato al casello della A22 di Rovereto Nord, arrestato dopo che nel bagagliaio sono stati ritrovati due "panetti" da un etto l'uno di hashish. Gli uomini del Commissariato di Riva del Garda hanno fermato l'auto verso le 1.45 di notte e la situazione ha subito destato sospetti. 

L'uomo, straniero e residente da anni in Trentino, proveniva da Verona ed era in viaggio con moglie e figli ma ha subito dimostrato un certo nervosismo. La perquisizione ha ben presto spiegato il motivo di tale atteggiamento.

"Benchè l'uomo non abbia fornito alcuna collaborazione la quantità sequestrata e il tipo di stupefacente potrebbe far pensare, anche, ad uno spaccio per il termine dell'anno scolastico" commenta il dirigente del Commissariato di Riva del Garda Salvatore Ascione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento