Giovedì, 18 Luglio 2024
Il retroscena

Celine uccisa con almeno 10 coltellate fra collo e ventre

L'avvocato Erwin Dilitz, legale d'ufficio dell'accusato, ha incontrato il suo cliente indagato, che avrebbe fornito qualche informazione

Almeno dieci coltellate fra collo e il ventre. Sono le prime valutazioni del medico legale che ha analizzato il corpo di Celine Frei Matzohl, la 21enne trovata morta domenica scorsa nell'appartamento dell'ex compagno Omer Cim in via Molini 9/A a Silandro, provincia di Bolzano. Per avere un riscontro preciso sul numero di fendenti ma soprattutto per capire quale è stata la prima coltellata fatale per la giovane si dovrà attendere l’autopsia, già disposta dal pm Guenter Morandell.

L'assassino di Celine si era licenziato per pedinarla

Intanto l'avvocato Erwin Dilitz, legale d'ufficio di Cim, ha incontrato il suo cliente due volte e durante il secondo colloquio, avrebbe fornito qualche informazione. Mercoledì 16 agosto è previsto non solo l’esame autoptico ma anche l'udienza di convalida dell'arresto del 28enne turco. Nel mese di giugno Celine Frei Matzohl aveva presentato una querela in cui riferiva di un unico episodio di percosse e minacce avvenuto mentre si trovava assieme al compagno Omer Cim in un'autovettura. In quell'occasione i carabinieri avevano prontamente informato la Procura di Bolzano segnalando l'episodio come “codice rosso”. Nei confronti dell'uomo erano stati formulati i capi di imputazione per percosse e minaccia aggravata. La Procura nel far sapere che "per queste ste fattispecie di reato non è possibile chiedere misure cautelari", non erano state depositate altre denunce da parte della giovane donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Celine uccisa con almeno 10 coltellate fra collo e ventre
TrentoToday è in caricamento