rotate-mobile
Attimi di paura

Famiglia bloccata in mezzo alla neve a 3mila metri

Corsa contro il tempo del Soccorso alpino per metterli in salvo

Un’escursione domenicale che si è tramutata in un vero e proprio incubo: è quello che è accaduto in Alto Adige a una famiglia padovana di otto persone, salvati in extremis dal Soccorso alpino al termine di una vera e propria corsa contro il tempo.

Tutto è successo nella giornata di ieri, domenica 25 giugno, in Val Gardena, nei pressi di San Vigilio di Marebbe, cittadina funestata sempre ieri dalla tragedia avvenuta non lontano dal rifugio Pederue. Gli otto componenti della famiglia, il più giovane di soli 23 anni, avevano deciso di fare un’escursione nell’area del rifugio alpino Lavarella, a quota 2042 metri.

Tuttavia, la famiglia si è spinta troppo oltre, raggiungendo quasi quota 3mila metri e restando bloccata in mezzo alla neve. Dopo aver compreso che avrebbero avuto gravissime difficoltà sia nel procedere oltre che nel tornare indietro non hanno avuta altra scelta se non chiamare il Soccorso alpino altoatesino.

Finale da sospiro di sollievo: dopo la tanta paura – e il freddo – la famiglia padovana è stata messa in salvo prima che potessero sopraggiungere le complicazioni da ipotermia. Fortunatamente, nessuno di loro ha riportato traumi o lesioni nella vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglia bloccata in mezzo alla neve a 3mila metri

TrentoToday è in caricamento