rotate-mobile
Cronaca Cles

Accusato di danneggiamenti alla chiesa di Cles, evade dai domiciliari

Era accusato di danneggiamento aggravato, ora anche di evasione. Il 67enne marocchino che nei giorni scorsi è entrato nella chiesa di S. Maria Assunta a Cles scaraventando alcune statue della Madonna e dei Santi a terra e rovinando il marmo dell'altare, si trovava agli arresti domiciliari ma ieri sera i carabinieri lo hanno visto passeggiare nelle vie del paese. E' stato notato proprio nei pressi della chiesa, ora si trova ristretto in camera di sicurezza presso la caserma e domani mattina risponderà al tribunale di Trento di questa seconda accusa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di danneggiamenti alla chiesa di Cles, evade dai domiciliari

TrentoToday è in caricamento