rotate-mobile
Cronaca Via Innsbruck, 22

Autobus e sicurezza: USB deposita un esposto per Trentino Trasporti

Aggressioni, risse, ed il pulsante per chiamare le forze dell'ordine non è ancora stato attivato. L'unione sindacale di base presenta un esposto chiedendo alla Procura di verificare se Trentino Trasporti non sottovaluti i rischi a cui sono quotidianamente esposti gli autisti

Autobus e sicurezza, un binomio costantemente sulle prime pagine dei giornali, per fatti di cronaca che vedono gli autisti in balia di situazioni la cui gestione esula naturalmente dal loro lavoro, e per le relative proteste sindacali. Dopo la segnalazione della uiltrasporti di pochi giorni fa, in cui si denunciava la mancata attivazione del pulsante di emergenza che mette l'autista in collegamento con le forze dell'ordine, la questione diventa ora oggetto di un esposto in Procura da parte del sindacato di base USB Lavoro Privato. Lo scorso febbraio il sindacato aveva chiesto formalmente di pensare alla presenza di personale apposito (ovvero guardie private) sulle linee più critiche, ora la situazione "non è più tollerabile, sia per il personale viaggiante che per l'utenza" si legge nella nota.

La mancata attivazione del pulsante di emergenza è stata la causa scatenante dell'esposto, depositato formalmente presso la Procura di Trento alla quale si chiede di accertare "se nel comportamento della società della Provincia di Trento (Trentino Trasporti Ndr) e dei Comuni interessati vi siano atteggiamenti di sottovalutazione dei rischi ai quali sono esposti i lavoratori, compresa l'attivazione di tutti gli strumenti atti a tutelare l'incolumità psicofisica dei lavoratori, così come previsto dalla legge 81/2008".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autobus e sicurezza: USB deposita un esposto per Trentino Trasporti

TrentoToday è in caricamento