Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Esodati dal lavoro, la conta comincia su internet

Parte oggi un censimento analitico e spontaneo di tutte le persone coinvolte per raccogliere i dati degli esodati, dopo i "numeri" dei giorni scorsi L'iniziativa è partita da un semplice cittadino

Parte oggi ufficialmente sul sito https://esodati.hopto.org, un censimento analitico e spontaneo di tutte le persone coinvolte per raccogliere i dati degli esodati, dopo i "numeri" dei giorni scorsi. L'iniziativa è partita da un semplice cittadino, l'ingegner Carlo Cafarotti: "Questa iniziativa - dichiara l'ideatore - vuole essere una prima risposta concreta al problema degli esodati cioè coloro che, dopo la riforma sulle pensioni del governo Monti, si troverebbero per un periodo di tempo senza sussidio al reddito. La danza dei numeri può essere risolta interrogando direttamente gli interessati".

Tre le fasi previste: contare in maniera esatta quanti sono gli esodati, in dati strutturati ed omogenei, compreso l'impatto finanziario per una eventuale copertura. Quindi confrontare i dati con quelli noti all’Inps e successivamente fornirli poi agli enti interessati quali sindacati e associazioni per la negoziazione con il Governo. "I dati raccolti nel database - spiega Cafarotti - ci serviranno anche per valutare ex-post le misure prese, andando a verificare quanti rimarranno fuori tutele e a fronte di quale risparmio".
 
Il primo passo, quello che richiede una partecipazione attiva di tutti, sarà dunque fatto attraverso il portale https://esodati.hopto.org/, dove ogni persona esodata potrà inserire i propri dati, o eventualmente farlo i parenti in sua vece, qualora non frequentatori/utenti della rete. Sul portale si ha anche la possibilità di lasciare dei commenti anche dai non – iscritti, con l’obiettivo di creare una pizza virtuale di democrazia attiva e diretta, per supporto alla soluzione.
 
"Per riuscire nell'intento - dice Cafarotti - serve la massima diffusione, sia con il passaparola degli internauti che attraverso i media. Anche per questo è stato creato il gruppo Facebook "ESODATI - facciamo la conta" (www.facebook.com/groups/272031702888185/). Da poche ore è attivo il servizio e già sono copiosi gli accessi e le iscrizioni volontarie. Al fine di fare cosa utile, e per l'impegno civile e sociale che contraddistingue ogni buon cittadino, stiamo
veicolando l'informazione a chi è potenzialmente interessato tramite il web".
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esodati dal lavoro, la conta comincia su internet

TrentoToday è in caricamento