Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Santa Maria Maggiore

In centro città serve l'Esercito: mozione approvata, il Patt vota con Lega e M5S

Il consigliere Devid Moranduzzo torna a proporre, per la terza volta, il ricorso ai militari. Questa volta il documento viene approvato

Centrosinistra autonomista diviso in Consiglio comunale a Trento. Il pomo della discordia è stato un documento proposto dal consigliere della Lega Devid Moranduzzo che impegna il sindaco a chiedere la possibilità di affiancare alle forze dell'ordine l'esercito per garantire la sicurezza in città.

Si tratta della famosa operazione "Strade sicure", attivata nel 2008, che vede i militari presidiare vie e piazze delle maggiori città italiane. L'operazione è prevista dalla legge 125 del 24 luglio dello stesso anno: "Per specifiche ed eccezionali esigenze di prevenzione della criminalità".

L'eccezione si è fatta regola e la missione dura ininterrottamente da 10 anni. "Tale operazione è, a tutt’oggi, l’impegno più oneroso della Forza Armata in termini di uomini, mezzi e materiali" si legge sul sito dell'Esercito.

Il documento, in parte modificato poichè l'autorizzazione spetta comunque al Commissariato del Governo, è stato votato congiuntamente da Lega, M5S e Patt. Astenuti i consiglieri del PD. In sostanza la votazione ha spaccato la  maggioranza, non si può però parlare di una "sfiducia" per il sindaco visto che Andreatta stesso è a favore del dispositivo, come detto opportunamente emendato. 

Al di là dei risvolti politici, ci si chiede se vedremo presto i militari presidiare piazza Santa Maria Maggiore, o  magari piazzetta Leonardo Da Vinci. Si tenga conto che il sindaco ha solo  il potere di richiedere che venga attivata la missione a Trento, "ove risulti opportuno un accresciuto controllo del territorio" per le già citate "specifiche esigenze di prevenzione della criminalità". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In centro città serve l'Esercito: mozione approvata, il Patt vota con Lega e M5S

TrentoToday è in caricamento