Esenzione dal ticket: dal 1° luglio cambia tutto

Nuove norme sull'esenzione dal ticket sanitario per reddito: nel comunicato della Provincia tutte le informazioni utili

A partire dal 1° luglio non sarà più possibile sottoscrivere al primo accesso nelle strutture dell’Apss l’autocertificazione per l’esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria (ticket) in base al reddito. Normalmente il diritto all’esenzione dal ticket per reddito viene comunicato all’Apss dal ministero dell’Economia e delle Finanze che certifica il reddito dei cittadini sulla base delle dichiarazioni presentate. In alcuni casi, ad esempio nel caso di disoccupati o di mancata presentazione della dichiarazione dei redditi, il diritto all’esenzione non è automaticamente disponibile negli archivi informatizzati dell’azienda sanitaria e deve quindi essere autocertificato, dal diretto interessato, in qualsiasi punto cassa dell’Apss.

Il cittadino può verificare la propria esenzione inserendo i dati della tessera sanitaria nell’area «Servizi online > Esenzione ticket per reddito» del sito Apss (https://www.apss.tn.it/esenzione-ticket-per-reddito) o recandosi nei punti cassa dell’azienda sanitaria. Nel caso in cui non risulti l’esenzione l’assistito, che ritiene di averne diritto, può autocertificarla solamente recandosi allo sportello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le persone ultrasessantacinquenni, che nel periodo 1° luglio 2015 – 30 giugno 2016, hanno presentato l’autocertificazione non dovranno ripresentarla se non sono intervenute, nel frattempo, modifiche reddittuali che fanno perdere loro il diritto: ad invarianza delle condizioni di reddito, infatti, l’esenzione è illimitata. Solo la presenza del codice esenzione sulla ricetta dà diritto alla prestazione esente ticket e pertanto è opportuno che il cittadino verifichi che il codice sia scritto sull’impegnativa rilasciata dal medico perché, in caso contrario, la prestazione sarà a pagamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • M49 e JJ4: online la mappa per sapere dove sono

  • Lavoratori dalla Romania, la Giunta scrive a Roma: ipotesi "quarantena attiva"

  • 'Carne coltivata', è trentina l'unica azienda a occuparsene in Italia

  • Via Belenzani "bombardata": ecco le foto (ed il motivo)

  • Cristiana Capotondi a Trento: sarà Chiara Lubich

  • Covid: tre dipendenti contagiati, albergo in "quarantena"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento