rotate-mobile
Montagna / Valle del Primiero / Pale San Martino

Stremate e infreddolite non riescono a proseguire: escursioniste salvate dal Soccorso alpino

La chiamata al Nue 112 è arrivata nel pomeriggio di domenica

Si è concluso intorno alle 17.40 di domenica 7 agosto l'intervento in aiuto a due ragazze di nazionalità belga del 1999 e del 1991, in difficoltà lungo il sentiero attrezzato Nico Gusella (gruppo Pale di San Martino), a una quota di circa 2.500 m.s.l.m.

Le due ragazze avevano in programma di raggiungere il rifugio Velo della Madonna dal rifugio Rosetta, quando nei pressi della forcella Porton hanno chiamato il Nue (Numero unico per le emergenze) 112 intorno alle 14.30 perché stremate e infreddolite dalla pioggia. 

Il tecnico di centrale del Soccorso alpino e speleologico, con il coordinatore dell'area operativa Trentino orientale, ha chiesto l'intervento di due operatori della Stazione di San Martino di Castrozza.

I due soccorritori sono saliti a piedi da San Martino di Castrozza e, dopo aver percorso la ferrata della Vecia, hanno raggiunto le due ragazze intorno alle 16.45. Grazie a una finestra di bel tempo è stato possibile far volare in quota l'elicottero, che ha recuperato a bordo le due ragazze e i soccorritori.


Sfinite ma illese, le due escursioniste sono state portate a San Martino di Castrozza, per loro non è stato necessario nessun ricovero in ospedale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stremate e infreddolite non riescono a proseguire: escursioniste salvate dal Soccorso alpino

TrentoToday è in caricamento