rotate-mobile
Montagna / Valle del Primiero

Scivola per decine di metri: escursionista salvato dal Soccorso alpino

L'intervento di giovedì pomeriggio sul Col del Vento nel gruppo di cima d'Asta

È stato elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento l'escursionista infortunatosi sul sentieron 363 del Col del Vento nella giornata di giovedì 4 agosto. L'uomo si è procurato dei politraumi, dopo essere rotolato per diverse decine di metri lungo un pendio ripido di erba e roccette mentre stava percorrendo il sentiero 363 del Col del Vento (gruppo cima d'Asta) nei pressi della forcella Lago Nero, a una quota di circa 2.400 m.s.l.m.. La chiamata al Nue (Numero unico per le emergenze) 112 è arrivata intorno alle 16.50 dai due familiari dell'uomo che erano con lui e che lo hanno visto precipitare. 


Il tecnico di centrale del Soccorso alpino e speleologico, con il coordinatore dell'Area operativa Trentino orientale, ha chiesto l'intervento dell'elicottero che, una volta individuato l'infortunato, ha verricellato sul posto il Tecnico di elisoccorso con l'equipe medica. Mentre i sanitari procedevano con lo stabilizzare l'infortunato, cosciente, l'elicottero ha recuperato a bordo i due familiari illesi ma sotto shock e li ha portati al rifugio Refavaie. In una seconda rotazione ha trasportato in quota due operatori della Stazione di Caoria, pronti in piazzola a Canal San Bovo. I due soccorritori sono stati sbarcati in hovering e, una volta raggiunto il luogo particolarmente impervio dove si trovava l'infortunato, hanno supportato l'equipaggio dell'elisoccorso nelle fasi di imbarellamento e recupero. L'infortunato è stato verricellato a bordo dell'elicottero e trasferito all'ospedale Santa Chiara di Trento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scivola per decine di metri: escursionista salvato dal Soccorso alpino

TrentoToday è in caricamento