menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la zona dell'incidente (foto del soccorso alpino)

la zona dell'incidente (foto del soccorso alpino)

Incidente in montagna, escursionista perde la vita

L'uomo era in cammino verso la cima insieme al figlio quando, dopo aver perso la traccia del sentiero, è ruzzolato per oltre cento metri.

È un escursionista di nazionalità tedesca del 1948 l'uomo che ha perso la vita nella tarda mattinata di oggi nel gruppo del Latemar. Da quanto emerso, l'uomo aveva percorso il sentiero numero 17 fino al Pulpito di cima Pope e stava proseguendo il cammino verso la cima insieme al figlio quando, dopo aver perso la traccia del sentiero, è ruzzolato per oltre cento metri lungo un ripido pendio. È stato proprio il figlio a chiamare i soccorsi. 

Il coordinatore dell'area operativa Trentino settentrionale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l'intervento dell'elicottero che ha verricellato sul posto il tecnico di elisoccorso e l'equipe sanitaria. Il medico, purtroppo, non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell'uomo. Nel frattempo, l'elicottero è sceso a valle e ha recuperato a bordo due operatori della stazione centro Fassa per portarli in quota ed assistere il figlio. Una volta ottenuto il nullaosta da parte delle autorità, la salma è stata ricomposta ed elitrasportata a Pozza di Fassa. In una seconda rotazione l'elicottero è tornato in quota per riportare a valle anche il figlio e i due soccorritori che erano rimasti con lui. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento