Voti gonfiati agli esami ed una firma falsa: studentessa sospesa per tre anni

Avrebbe alzato il proprio voto in almeno tre esami, arrivando anche a dichiarare di aver sostenuto una prova senza essere presente ed a falsificare la firma di un docente. Il Tar ha dato ragione all'Università

Firme false e manomissione del proprio libretto universitario digitale per alzare il voto dei propri esami. Pesante accusa per una studentessa dell'Università di Trento, sospesa dagli studi per tre anni. La decisione, presa dal Senato accademico, è stata confermata da una sentenza del Tar. La notizia compare oggi sui due maggiori quotidiani trentini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ragazza, frequentante il corso di laurea magistrale, avrebbe approfittato del suo ruolo di collaboratrice dell'Università per entrare nel sistema "Esse 3" ed alzarsi i voti, peraltro già alti,  di tre esami della laurea triennale. Per farlo avrebbe in qualche modo recuperato username e password di qualche docente o comunque di personale abilitato per accedere all'area riservata. In un altro episodio avrebbe addirittura dichiarato di aver superato un esame al quale non era presente e come quinta accusa ci sarebbe la firma falsa di un professore su un documento ufficiale, cosa che potrebbbe avere risvolti penali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento