menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga: deve fare l'esame del capello, ma si presenta depilato

A Rovereto un 43 condannato per alcuni episodi di spaccio aveva ottenuto di scontare la pena agli arresti domiciliari a patto che si sottoponesse all'esame. Ma si è presentato rasato, quindi è stato incarcerato

Dovrà scontare il resto della pena in carcere anziché ai domiciliari perché si è presentato al Sert per l'esame del capello completamente depilato. Succede a Rovereto, dove un 43 condannato per alcuni episodi di spaccio di marijuana aveva ottenuto di scontare la pena agli arresti domiciliari. A patto, però, che si presentasse per fare dei controlli presso il Servizio tossicodipendenze, per accertare che non assumesse più sostanze illecite. A metà del mese di aprile si è presentato puntuale alla visita, ma con la testa, il pube, il petto e le ascelle completamente rasate. I medici, però, hanno ritenuto che questo atteggiamento fosse volto a nascondere eventuali assunzioni di droghe, così ha segnalato tutto al Tribunale, che ha deciso di togliere al 43 i domiciliari e fargli scontare il resto della pena - in tutto la condanna era di 26 mesi - in carcere a Spini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento