menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La droga e i soldi sequestrati

La droga e i soldi sequestrati

Trento, nasconde 16 confezioni di eroina nelle mutande: pusher denunciato a piede libero

L'uomo era da tempo controllato in quanto sospettato di essere dedito all'attività di spaccio

Arrestato un altro pusher a Trento, a fine gennaio. La sinergia fra gli agenti dell'Unità operativa crimine diffuso della Squadra mobile della Questura e gli agenti del Nucleo civico della Polizia locale nell'attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nella serata di venerdì 29 gennaio un agente della polizia di Stato e uno della Locale, entrambi in abiti borghesi, hanno notato una persona in compagnia di due giovani, un uomo ed una donna, che percorrevano via Gazzoletti in direzione dell'incrocio con via Petrarca, dirigendosi con fare sospetto verso il lato nord-est del palazzo della Regione. 

L’uomo e la donna erano noti come consumatori di sostanze stupefacenti ed E.W., di 25 anni, era da tempo controllato in quanto sospettato di essere dedito all'attività di spaccio. Infatti durante i servizi sul territorio è stato notato molto spesso nella zona di Piazza Dante, dove era solito approcciarsi a vari tossicodipendenti. Anche alla luce dei precedenti specifici relativi allo spaccio di droghe "leggere", gli agenti hanno deciso di effettuare un controllo su E.W.  e lo hanno fermato con l'ausilio dell’equipaggio di una volante.

Il giovane, dopo essere stato fermato, è sembrato agli agenti nevoso e agitato senza motivo. Dopo aver insospettito i poliziotti con il suo atteggiamento, E.W. è stato sottoposto a un'accurata perquisizione personale. Da quest'ultima è stato trovato un fazzoletto di carta nelle mutande di E.W. con 16 confezioni in nylon termosaldato contenente eroina, per un peso complessivo di quasi due grammi che al dettaglio avrebbero potuto fruttare più di duecento euro. Inoltre, l'uomo aveva con sé 175 euro in contanti in banconote di piccolo taglio, delle quali il soggetto non riusciva a giustificare la provenienza non avendo alcuna fonte di reddito legale. Il soggetto, regolarmente soggiornante sul territorio nazionale, è stato denunciato a piede libero per spaccio. La droga e il denaro sono stati sequestrati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento