Overdose di eroina: due persone morte nei bagni della stazione in un solo giorno

L'episodio nel pomeriggio di sabato a Bolzano. A perdere la vita due uomini di 51 e 37 anni, residenti in Alto Adige

Immagine repertorio

Due morti per eroina in un solo giorno. È successo sabato a Bolzano. I cadaveri di un uomo di 51 anni e di uno di 37 sono stati trovati in due diverse circostanze nei bagni della stazione ferroviaria dalla polizia ferroviaria di Bolzano e dalla squadra mobile, entrambi nel tardo pomeriggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo un primo sopralluogo, come riporta una nota della Questura di Bolzano, pare che le due vittime, entrambe residenti in Alto Adige, di cui il più giovane straniero, avessero assunto droga, probabilmente eroina, poco prima di morire. Per chiarire le dinamiche del tragico accaduto stanno indagando Polfer e Questura, coordinate dalla procura della Repubblica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti e bar, no al divieto di circolazione

  • Fuga da Trento: questa volta la escape room è grande come tutto il centro

  • Bollettino coronavirus: un altro decesso in Trentino, +104 casi positivi e 122 classi in quarantena

  • Fugatti: "Ristoranti aperti fino alle 22 ed i bar fino alle 20"

  • Tenna, incidente mortale in tarda serata: la vittima è Luca Maurina

  • Coronavirus e Dpcm: una via trentina per scuola e ristorazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento