rotate-mobile
Edilizia

Nei cantieri contratti irregolari, violazioni e sanzioni sopra i 150mila euro: le indagini

Da questa primavera i controlli serrati in Trentino hanno rilevato, al momento, irregolarità per il 21% delle aziende controllate

Contratti irregolari, violazioni in materia di sicurezza e sanzioni che superano i 150mila euro nei cantieri. È quanto emerge dalla campagna di controlli della Compagnia carabinieri di Trento nel mondo edile, dove sono emerse irregolarità per il 21 per cento delle aziende edili controllate fino ad agosto del 2022.

La ripresa del settore

La florida ripresa delle attività nel campo edilizio, sia grazie all’allentamento e superamento delle restrizioni pandemiche, sia grazie all’opportunità offerta dagli incentivi statali come il Superbonus 110, ha portato a un aumento dei cantieri di varia struttura e dimensioni in Trentino, come in tutta Italia, in città come in periferia, con centinaia di operatori del settore esposti a rischi spesso impattanti sulla salute e la sicurezza.

Le attività di controllo

La campagna di controllo congiunta iniziata durante la primavera del 2022, in collaborazione tra il Comando provinciale carabinieri di Trento, l’Unità operativa di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro (Uopsal) dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari e il Servizio lavoro della Provincia autonoma di Trento e finalizzata a contrastare il fenomeno infortunistico e garantire maggiori condizioni di sicurezza e contrattuali nel settore, è stata particolarmente efficace e sta proseguendo con impegno da parte del personale delle amministrazioni coinvolte.

Irregolarità e sanzioni

Dall’inizio della campagna sono state controllate 175 aziende edili, in 37 delle quali sono state riscontrate diverse irregolarità. A fronte delle violazioni rilevate, 30 persone sono state segnalate all’autorità giudiziaria. Sono state verificate 511 posizioni lavorative, delle quali 10 risultate irregolari. Sono stati, inoltre, emessi 9 provvedimenti di sospensione per gravi violazioni in materia di sicurezza o per il superamento della soglia di lavoratori privi di regolare contratto.  Nel complesso, sono state accertate violazioni alle norme anti-infortunistiche e che disciplinano il rapporto di lavoro che comportano sanzioni per un importo superiore ai 150mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nei cantieri contratti irregolari, violazioni e sanzioni sopra i 150mila euro: le indagini

TrentoToday è in caricamento