Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Il drone sottomarino ArcheoRov arriva dalla terra delle montagne

Realizzato da WitLab, laboratorio innovativo con sede a Rovereto, in Trentino, raggiunge una profondità di 100 metri, controllato da terra da un computer o tablet via una boa wifi opzionale. Sarà entro la fine dell'anno su una piattaforma di crowdfunding con un prezzo di lancio di 2.500 euro

Dopo il boom dei droni volanti, dalle montagne arriva il drone sottomarino ArcheoRov, il primo comandato da remoto a basso costo made in Italy. Può esplorare fondali marini, laghi alpini, e santuari sottacqua. Raggiunge una profondità di 100 metri, controllato da terra da un computer o tablet via una boa wifi opzionale. Sarà entro la fine dell'anno su una piattaforma di crowdfunding con un prezzo di lancio di 2.500 euro. Ha dimensioni ridotte ed è trasportabile in un bagaglio dedicato.

Realizzato da WitLab, laboratorio innovativo con sede a Rovereto, in Trentino, nell'ambito di Progetto Manifattura, l'incubatore green di Trentino Sviluppo, ArcheoRov è un drone per fotografia, ricerca scientifica e intrattenimento. Dalle foto dei fondali allo studio delle specie che vivono sui fondali, dall'esplorazione della barriera corallina per chi non ha il brevetto da sub fino a monitorare l'inquinamento delle coste, il drone è per specialisti e appassionati, sofisticato, customizzabile e open source.
    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il drone sottomarino ArcheoRov arriva dalla terra delle montagne

TrentoToday è in caricamento