Con reddito di cittadinanza e affitta in nero casa Itea a pusher: sequestrati 1200 euro di cocaina

Il titolare dell'appartamento sarà perseguito per legge. Mentre lo spacciatore è stato denunciato e verrà espulso dall'Italia

Repertorio

Trenta dosi di cocaina sequestrate. È il bilancio dei controlli della guardia di finanza di Trento, che nei giorni scorsi ha individuato uno spacciatore domiciliato in una casa Itea, presa in affitto in nero da un uomo con il reddito di cittadinanza. 

Dopo alcuni giorni di pedinamenti, i militari hanno fermato il pusher, un 39enne tunisino con precedenti, mentre usciva dalla sua palazzina e dava velocemente qualcosa ad un ragazzo che lo aveva avvicinato. Dopo un controllo la finanza gli ha trovato addosso una dose di coca, poi una perquisizione nel suo appartamento ha permesso di rinvenire e sequestrare altre 30 dosi di cocaina. Alcune erano nascoste nelle pieghe di una bandiera italiana accuratamente ripiegata ed appoggiata sul comodino, altre si trovavano cucite negli orli di due pantaloni appesi nell'armadio e di una coperta.

Il 39enne, irregolare in Italia e pluripregiudicato, è stato denunciato e nei suoi confronti sarà avviato l’iter per l’espulsione. L'uomo che gli ha affittato irregolarmente la casa Itea invece, un italiano che percepiva il reddito di cittadinanza, sarà perseguito per indebito conseguimento delle agevolazioni sociali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento