menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermata alla stazione di Trento confessa di aver ingerito ovuli di cocaina

Fermata a Trento una donna 40enne, cittadina nigeriana, "usata" come corriere della droga: oltre ai 2,8 chili che trasportava nello zaino aveva anche ingerito diversi ovuli. E' stata trasportata all'Ospedale S. Chiara, in stato di arresto

E' stata probabilmente usata come corriere della droga la donna, 40enne cittdina nigeriana residente a Parma, fermata ieri dagli uomini della Squadra Mobile all'interno della stazione di Trento. Quando l'hanno fermata gli agenti hanno subito notato un forte odore di caffè, stratagemma usato per nascondere la cocaina anche al fiuto dei cani antidroga.

La donna trasportava nello zaino 2,8 chili di cocaina, destinata con tutta probabilità al mercato trentino, ma non solo: ai poliziotti ha confessato di aver ingerito anche diversi ovuli della stessa sostanza, circa un paio di etti. Si tratta di un metodo particolarmente pericoloso, visto che in ogni momento uno o più ovuli potrebbero aprirsi nello stomaco, con conseguenze anche letali. La donna è stata immediatamente trasportata all'Ospedale Santa Chiara. Dopo aver ricevuto le cure necessarie è stata dichiarata in stato di arresto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Attualità

L'estate 2021 tra distanziamento e mascherine: come sarà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento