rotate-mobile
Cronaca Denno

Val di Non: cede droga ad un minore, poi lo minaccia per pagare il debito

Avrebbe ceduto marijuana ad un minore salvo poi minacciarlo pesantemente per pagare il dovuto con denaro oppure consegnando smartphone e vestiti firmati. Si è quindi aggravata la posizione del 21enne boliviano residente in Val di Non già trovato in possesso di due chili della sostanza illegale

E' stata emessa ieri l'ordinanza di custodia cautelare per un 21enne boliviano residente a Denno, lo stesso trovato in possesso di 2 chili di marijuana lo scorso 5 marzo. Ad aggravare la sua posizione c'è ora anche l'accusa di estorsione ai danni di un minore che avrebbe avuto da lui una modica quantità della sostanza illegale e che sarebbe stato oggetto di un "sollecito" particolarmente pressante per pagare il dovuto, con minacce e richieste pesanti: il pusher, insieme ad altri due complici, indagati, si sarebbe presentato dal ragazzino chiedendogli denaro oppure lo smartphone o vestiti di marca, per saldare il debito. Il minorenne si è così rivolto ai carabinieri che ieri hanno concluso le indagini arrestando il 21enne per estorsione e cessione di stupefacenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val di Non: cede droga ad un minore, poi lo minaccia per pagare il debito

TrentoToday è in caricamento