Primiero: arrestato cinquantenne con mezzo etto di hashish

In manette un uomo di 48 anni residente a San Martino di Castrozza accusato di rifornire i giovani della valle

Mezzo etto di hiashish ma anche due bilancini di precisione, segno di "attività" lucrosa: è questo il bilancio di una perquisizione svolta alle prime luci dell'alba da parte dei Carabinieri della Compagnia di Cavalese con l'ausilio del cane Zeus dei cinofili di Laives, in casa di un uomo di 48 anni, cittadino ialiano originario della Tunisia residente a San Martino di Castroza, arrestato per spaccio. 

Secondo le informazioni raccolte dai militari di Imer l'uomo era uno spacciatore abituale e riforniva alcuni giovani della valle arrivando a guadagnare, grazie alla vendita della sostannza sequestrata, anche 1200 euro. I carabinieri lanciano anche l'allarme riguardo a sostanze sintetiche, del tutto simili all'hashish "tradizionale", che è invece riicavato dalla pianta della cannabis, che sono molto più pericolose ed aumentano la possibilità di sviluppare dipendenza. 

Potrebbe interessarti

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

  • Notte Bianca: rimozione forzata in tutto il centro, 28 locali allargano lo spazio esterno

I più letti della settimana

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • A22: camion contro auto della Polizia, agente estratto dalle lamiere

  • Cade nel torrente, lo ritrovano alla diga

  • Incidente frontale, auto invade la corsia opposta e si schianta contro un camion: trentino ferito

  • Motociclista morto sulla strada del lago di Garda

  • Grandinata in Valsugana, temporali in arrivo su tutto il Trentino

Torna su
TrentoToday è in caricamento