menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fa la spia perché il vicino non rispetta la regola dei 6 in casa e finisce malissimo

Le nuove direttive dal Governo per contenere il contagio da coronavirus scatenano liti tra vicini di casa

È successo a Vinovo, nell’esclusivo e super controllato villaggio Cavalieri: ai carabinieri è arrivata la segnalazione di una presunta festa privata con più di sei persone. La particolarità è che si tratta di una delle zone più in di Torino e la storia l'ha raccontata domenica 18 ottobre la cronaca torinese della Stampa:

La voce che ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine era certa di sentire qualcosa non in linea con le misure di contenimento in vigore. Avrebbe anche visto dalla sua finestra le persone coinvolte: molti di più delle sei previste dalle norme. Così i carabinieri sono andati a controllare, ma non c’era nulla di strano. La festicciola si stava svolgendo con tutti i crismi dovuti e le limitazioni in vigore.

Pochi e con la mascherina, alla fine l’unica raccomandazione è stata quella di non fare troppo baccano vista l’ora. C’è da scommettere che i proprietari di casa si siano quantomeno chiesti chi si poteva prendere la briga di additarli come fuorilegge. Nemmeno avessero organizzato un party di Halloween con 30 persone.

Intanto sabato 17 ottobre, sulla provinciale 142 di Candiolo, l’autista di un autobus ha fermato la corsa a causa di un passeggero che non voleva indossare la mascherina. La discussione è durata per diversi minuti, poi alla fine il passeggero ha capito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento