menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In barba al divieto di spostamento un uomo e 6 giovani in taxi pizzicati fuori regioni: multati

Gli spostamenti tra regioni rimangono vietati, o almeno così sarà fino al 6 gennaio, dal 7 dovrebbe entrare in vigore un'ordinanza "ponte" prima del cambio previsto per metà mese

Non curanti delle direttive anti-contagio e, in un caso, mentendo alle forze dell'ordine, 7 persone sono state trovate fuori regione nel fne settimana tra il 2 e il 3 gennaio e sono state multate. E proprio nell’ambito dei controlli finalizzati al contenimento della diffusione della pandemia da Covid-19 gli agenti della polizia locale delle Giudicarie di Tione di Trento hanno sanzionato a Tre Ville un uomo proveniente dall’Emilia Romagna nonostante il divieto e a Passo Durone (Bleggio Superiore) sei giovani lombardi.

In quest'ultimo caso, i 6 giovani, che si trovavano in 2 taxi differenti che hanno dovuto seguire l'indicazione di deviazione del traffico a causa dell’interruzione della SS 237, hanno dichiarato di essere rimasti a Madonna di Campiglio da prima del 20 dicembre, ultimo giorno in cui era consentito lo spostamento tra regioni, ma sono stati smentiti dagli accertamenti successivi e pertanto sanzionati.

I giovani usufruivano del servizio di 2 taxi ma i conducenti non sono tenuti a verificare le necessità di spostamento e quindi non verranno sanzionati. A tutti e 7 i trasgressori è stato contestato il divieto di spostamento tra regioni, le cui sanzioni sono di 400 euro che scendono a 280 euro se pagate entro 5 giorni. Gli spostamenti tra regioni rimangono vietati, o almeno così sarà fino al 6 gennaio, dal 7 dovrebbe entrare in vigore un'ordinanza "ponte" prima del cambio previsto per metà mese

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Due nuovi vaccini anti-Covid in arrivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento