menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Posso andare a trovare la morosa?". Le telefonate all'Urp, ieri tre denunciati a Trento

Ecco i numeri da chiamare per fugare ogni dubbio, il Comune: "La maggioranza dei trentini si è adeguata"

“Posso andare a trovare la morosa?”. E' arrivata anche questa domanda all'Ufficio relazioni con il Pubblico del Comune di Trento, preso d'assalto dalle telefonate dei trentini in questi giorni di emergenza. Tre le persone denunciate nella giornata di giovedì 12 marzo dalla Polizia Locale, che vigila sull'osservanza del decreto del Governo. La multa prevista, com'è o dovrebbe essere ormai noto, è di 206 euro (ma c'è anche l'arresto fino a tre mesi) ma quello che molti non sanno è che infrangere un'ordinanza presa per pubblica sicurezza è un reato. Sempre nella giornata di ieri i denunciati in tutto il Trentino sono stati 31

Nella stragrande maggioranza dei casi, si sono adeguati adottando nuove abitudini: le tre denunce si riferiscono infatti ad un totale di 264 persone controllate, in auto, in bici o a piedi. Tra i 102 esercizi commerciali controllati non si registra invece nessuna sanzione: tutti rispettavano alla lettera le disposizioni del decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

"Posso andare a trovare la morosa?: le domande all'URP

L'Ufficio Relazioni con il Pubblico è fisicamente chiuso, ma risponde dalle 8 alle 20 dal lunedì al venerdì via mail o telefono (0461 884453, 0461 884005 - numero verde 800 017615 - email: comurp@comune.trento.it ). Restano attivi anche i canali social Facebook e Twitter Comune di Trento. Nel fine settimana è possibile rivolgersi alla centrale della polizia locale 0461 889111.

Ecco alcune domande poste dai trentini: “Posso andare a fare una passeggiata? Me l'ha prescritto il medico perché ho la glicemia alta”. “Sono un genitore separato: posso andare a prendere i miei figli nella casa del/della mio/a ex?”. “Posso portare fuori il cane?”. “Ho dei materiali da smaltire: è possibile portarli al Crm?”. “Posso andare a fare i lavori nella mia campagna che ci trova in un Comune vicino?”. “Per lavoro sono domiciliato fuori città: posso tornare nella casa di Trento per fare una lavatrice? Sa, ho finito la biancheria”. “Sono autorizzato ad andare a fare la spesa in un supermercato lontano da casa dove ci sono tante offerte speciali?”. “Posso andare nella casa di mia proprietà in montagna?”.

La risposta delle operatrici dell'Urp è sempre la stessa: ci si sposta solo per motivi di necessità. Dunque per lavoro, salute o per urgenze reali. Il che significa che tutto ciò che può essere rinviato, si rinvia. E che se si deve fare la passeggiata, con o senza cane, per motivi di salute o di svago, si sta il più possibile vicino a casa, cercando di evitare il contatto con le persone. Niente corsa alle offerte speciali del supermercato più conveniente (ma lontano); da rinviare anche le visite alla fidanzata, con cui è meglio intrattenere rapporti telefonici per evitare di mettere in contatto un nucleo familiare probabilmente sano con uno potenzialmente malato.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Samantha Cristoforetti tornerà nello Spazio

  • Cronaca

    Tamponi: ecco dove farli e quanto costano

Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento