Giallo sul Garda: documenti in un gommone, nessuna traccia del turista

I suoi documenti sono stati trovati su un gommone alla deriva dopo una tempesta, alloggiava a Riva del Garda, dove non ha mai saldato il conto dell'albergo

Giallo sul lago di Garda: sono state innterrotte ieri, giovedì 7 giugno, senza alcun esito le  ricerche di un cittadino lituano i cui documenti sono stati ritrovati su un gommone alla deriva tra Punta San Vigilio e Torri del Benaco. Alle ricerche hanno partecipato anche i carabinieri di Riva del Garda: l'uomo infatti, secondo quanto riporta Veronasera.it, avrebbe alloggiato presso una struttura ricettiva della cittadina trentina, salvo poi "sparire" senza saldare il conto. Lunedì, dopo una lieve tempesta abbattutasi sul lago, i Vigili del Fuoco di Bardolino hanno ritrovato il gommone alla driva. All'interno  i documenti del  turista,  precedentemente alloggiato a Riva. Dopo tre giorni di ricerche nessuna traccia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: due fratelli morti a distanza di tre giorni

  • Radersi la barba diminuisce la possibilità di contagio: tutte le bufale sul coronavirus

Torna su
TrentoToday è in caricamento