Un'altra discarica abusiva a Trento nord

Operazione congiunta della Guardia di Finanza e della Polizia Locale a Trento Nord, si tratta del secondo caso nel giro di una settimana

Una foto dell'area, diffusa dalla GdF

Componenti elettroniche, barattoli di olii esausti, pezzi meccanici, materiale proveniente da demolizioni edili, tra cui il famigerato eternit. Un'area di ben 1000 metri quadri, a Trento Nord, di pertinenza di una dittta di costruzioni ma di fatto utilizzata come discarica. Ora quell'area ha i sigilli della Guardia di Finanza, che in collaborazione con il Nucleo Operativo Ambientale della Polizia Locale di Trento-Monte Bondone, ha eseguito il sequestro. Si tratta del terzo caso in pochi mesi: a novembre 2018 vennero sanzionate tre società piemontesi accusate di aver scaricato 5.000 chili di materiale in un'area abbandonata; risale a meno di una settimana fa il sequestro di un'area di 1.200 metri quadrati con rottami d'auto, adiacente ad un'officina di Gardolo.

Il sopralluogo è scattato nella giornata di martedì 16 aprile "con la ricognizione dei luoghi, anche immediatamente circostanti l’area occupata dal materiale di scarto - si legge ell nota della Guardia di Finanza - al termine delle operazioni, nell’area sono state inventariate circa mille tonnellate di materiale illecitamente stoccato, tra cui rifiuti pericolosi, il tutto sparso e accatastato in modo disordinato ed esposto alle intemperie, fatto questo che ha contribuito ad accelerare il deperimento dei materiali presenti e a creare potenziale pericolo ambientale".

Il rappresentante legale della società proprietaria del terreno adibito a discarica abusiva, un trentino di 59 anni, è stato denunciato per i reati ambientali previsti dal Testo Unico sull'Ambiente. Verranno ora effettuate dagli organi competenti le analisi chimiche dei terreni sequestrati per stabilire il livello di inquinamento nonchè, si legge in una nota, "il potenziale pericolo per i residenti". Sono inoltre in corso gli accertamenti per il recupero delle tasse sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani dovuta in base alle leggi nazionali e provinciali anche da chi eserciti, come in questo caso, l’attività di deposito non autorizzato di rifiuti.

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento