menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Straordinari extra per ventisette dipendenti provinciali

Si tratta di persone che hanno già un numero di ore di lavoro straordinario tale per cui si ritiene presumibile che nel corso dell'anno eccederanno il limite di 240 ore. Che ora sono state aumentate fino a 550

Straordinari extra per 27 dipendenti provinciali che lavorano nei Servizi Gestione strade, Bacini montani e Prevenzione rischi. I dirigenti dei servizi hanno chiesto l'elevazione del limite individuale di lavoro straordinario oltre le 240 ore nei confronti di alcuni dipendenti loro assegnati, la cui attività comporta, nel corso dell'anno, l'eccedenza del contingente massimo individuale consentito.

Il Contratto collettivo provinciale di lavoro del personale del comparto autonomie locali, dispone infatti che in materia di lavoro straordinario ciascun dipendente non possa superare il limite massimo di 240 ore all'anno. Il contratto stabilisce anche che la Giunta provinciale possa individuare fino a centocinquanta dipendenti ai quali potrà essere assegnato un contingente massimo non superiore ai limiti di legge.
 
Si tratta ad esempio di personale che è intervenuto nel corso dell'inverno durante l'emergenza neve in centro Italia. Persone che hanno già effettuato, ad oggi, un numero di ore di lavoro straordinario tale per cui si ritiene presumibile che nel corso dell’anno eccederanno il limite di 240 ore. Così, valutate le singole richieste e l'attività svolta presso le varie strutture, i ventisette dipendenti sono stati autorizzati al superamento del limite di 240 ore l'anno di lavoro straordinario, fino al raggiungimento di un massimo pari a 550 ore. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento