Cronaca Centro storico / Piazza Dante

La Giunta respinge le dimissioni di Masè: orsi e lupi passano alla Protezione Civile?

Respinte le dimissioni presentate dopo la fuga dell'orso M49: Masè resterà nel Dipartimento, ma le competenze sulle foreste saranno affidate alla Protezione Civile

Si era dimesso dopo la seconda, clamorosa, fuga dell'orso M49 dal recinto del Casteller. Ora, un mese dopo il fatto, la Provincia fa sapere che la lettera è stata rispedita al mittente. Romano Masè resterà al Dipartimento agricoltura e foreste, ma si occuperà solo della prima e non delle seconde.

Può sembrare un gioco di parole ma non lo è: le tematiche legate alle foreste, scrive la Giunta in una nota, saranno affidate alla Protezione Civile. Non è difficile vedere in questa mossa la prosecuzione dell'approccio che la Giunta Fugatti ha sempre avuto nei confronti dei grandi carnivori: considerarli un problema di incolumità pubblica.

Romano Masè era dirigente generale del Dipartimento agricoltura foreste e difesa del suolo. Ruolo che prevedeva, tra le altre cose, il comando del Corpo forestale provinciale. In questo modo le funzioni dello stesso Dipartimento vengono divise in due. La Provincia specifica che si tratta di competenze che rimangono in capo all'assessorato di Giulia Zanotelli ma che "l'esecutivo ha deciso di affidarle al Dipartimento della protezione civile". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Giunta respinge le dimissioni di Masè: orsi e lupi passano alla Protezione Civile?

TrentoToday è in caricamento