menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parte il digiuno contro la Valdastico

Cinque giorni senza mangiare, un digiuno a staffetta per 9 attivisti del Comitato che si oppone al prolungamento dell'A31, dopo l'approvazione da parte del Cipe di 19 chilometri dei 39 che separano Piovene Rocchette da Trento

E' iniziato oggi il digiuno a staffetta a parte di 9 attivisti del Comitato No Valdastico-nord. Digiuneranno a turni di 24 ore ciascuno, presso la sede della Pro Loco di Casotto in provincia di Vicenza, a pochi chilometri dal Trentino. Il progetto del prolungamento dell'A31 è stato approvato dal Cipe, Comitato interministeriale per la programmazione economica, per quanto riguarda il tratto fino al confine trentino. La volontà di realizzare l'opera era stata ribadita anche dal ministro Maurizio Lupi in visita al Tunnel del Brennero in agosto. L'ex presidente della Provincia Lorenzo Dellai aveva sempre manifestato la sua contrarietà al progetto ma con le elezioni di ottobre la situazione potrebbe cambiare anche per il Trentino. Recentemente sia Confindustria che l'Asat, l'associazione degli albergatori trentini, hanno espresso il loro interesse riguardo all'opera, sottoponendolo come richiesta alle forze politiche in campo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento