Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Cles

Devastò le statue della chiesa di Cles, espulso

Salah Briji, marocchino con problemi psichici il primo gennaio 2015 distrusse alcune statue nella chiesa dell'Assunta. Il ministro Alfano lo ha inserito nella lista degli espulsi

Nella lista degli espulsi dall'Italia per motivi di sicurezza stilata dal ministro Alfano c'è anche Salah Briji, Marocchino di 69 anni che il primo gennaio del 2015 a Cles procurò ingenti danni alla chiesa parrocchiale del paese entrando nell'edificio con un bastone di ferro.

L'uomo, che da tempo soffre di problemi psichici, dopo aver gridato alcune frasi in arabo aveva scaraventato a terra quattro statue della madonna distruggendole.

Il mese precedente aveva invece disturbato una funzione sempre nella chiesa parrocchiale di Cles.

Salah, per il quale è bene sottolinearlo, non sono state trovate alcune tracce di collegamenti con il mondo del terrorismo, venne condannato ad un anno e quattro mesi di arresti domiciliari, da quali fu pizzicato ad evadere .

Durante il processo per direttissima rivolse al giudice frasi confuse che definivano falsa la religione cattolica. Il marocchino se la prese anche con Berlusconi è il re del Marocco urlando in aula "Allah Akbar"


Con quella di Salah le espulsioni dal territorio italiano dal 1 gennaio 2015 salgono a 102.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Devastò le statue della chiesa di Cles, espulso

TrentoToday è in caricamento