menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Affitta camere e bed & break fast: 13 persone denunciate dalla Finanza

Al vaglio la posizione di una famiglia che gestiva, in forma imprenditoriale, una struttura ricettiva costituita da 15 appartamenti, sfruttando però formalmente la veste di bed & breakfast, che consente un  trattamento fiscale più favorevole

Tredici persone sono state denunciate dalla Guardia di finanza del Comando provinciale di Trento nell'ambito dell'operazione 'Sogni d'oro', un'indagine partita da internet su affittacamere, bed & breakfast, case e appartamenti per vacanze o locazioni per brevi soggiorni nella zona dell'Alto Garda. Di particolare rilevanza - secondo i finanzieri - è risultata la posizione di una famiglia che gestiva, in forma imprenditoriale, una struttura ricettiva costituita da 15 appartamenti, sfruttando però formalmente la veste di bed & breakfast, che consente un  trattamento fiscale più favorevole.

Tre dei denunciati devono rispondere di frode fiscale e altri 10 per inosservanza delle leggi di Pubblica sicurezza in materia di segnalazione degli alloggiati. Complessivamente, i finanzieri hanno constatato una base imponibile sottratta a tassazione di 1.472.368 euro, con un’imposta evasa stimata ai fini delle imposte dirette per oltre 600.000 euro, e Iva per 113.000 euro. Le attività di verifica fiscale, iniziate nel 2016, sono state svolte dalla tenenza di Riva del Garda, in collaborazione con l’Agenzia delle entrate di Trento e con la Procura di Rovereto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento