Informazioni in cambio di denaro: quattro indagati tornano in libertà

Rimangono agli arresti domiciliari solo gli inquisiti con una posizione più complessa e cioè Mauro Delmarco, titolare di una delle agenzie coinvolte, e Christian Tessadri, poliziotto a cui Delmarco avrebbe pagato alcune informazioni

Il Tribunale del riesame di Trento ha accolto parzialmente i ricorsi di alcuni indagati nell’ambito dell’inchiesta sulle informazioni riservate vendute da alcuni addetti delle forze dell’ordine al titolare di una nota agenzia investigativa di Bolzano. Dei sei indagati che hanno fatto istanza di revoca del provvedimento cautelare, quattro sono stati rimessi in libertà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rimangono agli arresti domiciliari solo gli inquisiti con una posizione più complessa e cioè Mauro Delmarco, titolare di una delle agenzie coinvolte, e Christian Tessadri, poliziotto a cui Delmarco avrebbe pagato alcune informazioni riservate. Agli altri agenti coinvolti e al titolare dell’ agenzia Matrix di Verona sono stati revocati gli arresti domiciliari. Per alcuni e’ stato disposto l’ obbligo di dimora mentre il titolare della Matrix è stato sospeso dall’attività imprenditoriale per un anno. La poliziotta Rossana Romano è stata interdetta dalle funzioni di poliziotto sempre per un anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento