menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trentino: il saldo naturale torna ad essere negativo, la speranza di vita è la più alta d'Italia

Con l'avvicinarsi della fine dell'anno torna, puntuale, la presentazione dell'Annuario statistico. Ecco tutti i numeri, e le curiosità...

Con l'avvicinarsi della fine dell'anno torna, puntuale, la presentazione dell'Annuario Sttatistico redatto dall'ISPAT che fotografa i vari aspetti della società trentina (demografia, ambiente, economia, lavoro e cutura) elaborando i dati dell'anno precedente, in questo caso quelli relativi al 2016. Un lavoro non da poco, che prosegue dal 1983 ad oggi a beneficio di tutti: l'annuario è  infatti scaricabile, in versione integrale, dal portale www.ispat.provincia.tn.it.

Al 1° gennaio 2017 la popolazione residente in Trentino ammonta a 538.604 abitanti, di cui 263.650 maschi (pari al 49%) e 274.954 femmine. Dopo anni in cui la Provincia di Trento è stata tra i pochissimi territori italiani a registrare un saldo naturale positivo nel 2016 la "bilancia" demografica è tornata al segno negativo, come nel 2015: -317 persone, questa la differenza tra nascite e decessi. I nati del 2016 sono stati 4.642, 194 in meno rispetto al 2015, ritornando ad un valore molto prossimo a quello registrato nel 1992.

Positivo il saldo migratorio, ovvero la differenza tra chi prende residenza in Trentino e chi la sposta fuori provincia: +1.749 persone. Non si tratta affatto di un fenomeno recente ma di un trend positivo che continua dal 1972. Tuttavia nel 2016 il saldo è sttato inferiore di circa 500 unità rispetto all'anno precedente. Colpa, spiega una nota dell'ISPAT, dell'aumento delle cancellazioni anagrafiche. 

Gli stranieri residenti in provincia di Trento al 1° gennaio 2017 sono 46.456 (21.393 maschi e 25.063 femmine) e rappresentano l’8,6% della popolazione residente in Trentino (erano lo 0,6% nel 1992 ed il 9,0% nel 2015). Perfettamente in media con il dato nazionale che è dell'8,3%. I bambini stranieri nati in Trentino, quelli cioè interessati dalla tanto dibattuta legge sullo Ius Soli, nel 2016 sono stati 746, in calo di ben 118 unità risppetto all'anno precedente. Sono invece 3.4611 gli stranieri adulti che hanno acquisito cittadinanza italiana in Trentino nel 2016.

In costante crescita risulta il numero di famiglie. La popolazione trentina nel 2016 è suddivisa in 234.084 famiglie (1.083 in più rispetto all’anno precedente), con un numero medio di componenti per famiglia di 2,3; nel 1951 tale valore era pari a 3,9. Circa il 36% delle famiglie sono costituite da coppie con figli mentre il 23% sono coppie senza figli. Il 9% delle famiglie sono formate da un solo genitore con figli mentre i single (giovani o anziani) sono il 32%.

L’età media della popolazione trentina risulta essere di 43,6 anni (42,2 anni per i maschi e 45,0 per le femmine); in occasione del censimento del 1981 era risultata pari a 36,6 anni. La speranza di vita è di 81,4 anni per i maschi e 86,3 per le femmine. Si tratta dei valori più elevati mai raggiunti in Italia. Nel corso del 2016 sono stati celebrati in Trentino 1.608 matrimoni, 45 in più rispetto al 2015 (+2,9%) ma circa il 35% in meno di quelli che si celebravano a metà degli anni Novanta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Due nuovi vaccini anti-Covid in arrivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento