rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca

Visite mediche: rispettati i tempi massimi di attesa per il 90% delle prenotazioni

Risposta scritta dell'assessore alla Sanità Donata Borgonovo Re ad un'interrogazione del consigliere Claudio Civettini. Nel 2013 il Cup, centro unico di prenotazione, ha ricevuto più di un milione di chiamate

Nel 2013 il call center del Cup (Centro Unico di prenotazione) dell'Azienda provinciale servizi sanitari (Apss) ha ricevuto 1 milione e 171.524 chiamate telefoniche, e l'attesa media di risposta è stata di 84 secondi (con un incremento di chiamate e relativo tempo di attesa nel secondo semestre dell'anno), mentre nel 2012 le chiamate erano state 1 milione e 106.916 con un'attesa media di 61 secondi. Per quanto riguarda invece i tempi di attesa delle prestazioni l'assessora Donata Borgonovo Re riferisce che "le prestazioni di diagnostica previste dal Piano, prenotate in regime istituzionale nel corso del 2013 tramite Cup sono state 316.847. Di queste, sono state prenotate entro i tempi massimi fissati per il 90% dei pazienti 285.420 prestazioni, con un rispetto dei tempi massimi nell'88% dei casi in presenza di una richiesta con codice di priorità clinica Rao A, B o C", casi che prevedono tempi massimi di 45 giorni salvo che per 10 tipi di prestazioni che prevedono tempi superiori. Nel 2013 sono state prenotate tramite Cup dell'Apss 1 milione e 235.275 prestazioni (delle quali 101.960 prenotate in libera professione) per 1 milione e 110.805 persone. I dati appaiono in una risposta scritta che l'assessora alla Salute ha fornito in seguito ad un'interrogazione presentata dal consigliere provinciale della Lega Nord Claudio Civettini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visite mediche: rispettati i tempi massimi di attesa per il 90% delle prenotazioni

TrentoToday è in caricamento