rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

Daspo per cinque tifosi del Trento

Il provvedimento riguarda una rissa avvenuta dopo la partita persa a Lecco il 26 marzo

Cinque tifosi del Trento sono stati sanzionati dopo la partita di calcio tra la squadra locale e il Lecco tenutasi lo scorso 26 marzo allo stadio Rigamonti-Ceppi della città lombarda.

Già all’interno dello stadio, a fine partita (persa), i tifosi trentini ospiti a Lecco si erano resi protagonisti di una discussione. Saliti sui mezzi che li avevano portati nel capoluogo manzoniano per rientrare a casa, si sarebbero poi fermati in un parcheggio per risolvere la questione interna alla tifoseria trentina.

Nella fase acuta della rissa ci sarebbe stata anche una carica di alleggerimento da parte dei reparti della polizia impegnati nel servizio di scorta dei giocatori, come spiegato da Matteo Bonacina su LeccoToday.

A seguito di approfondimenti condotti in collaborazione con Trento, il questore della provincia di Lecco Alfredo d'Agostino ha emesso cinque divieti di accedere alle manifestazioni sportive (i cosiddetti Daspo) nei confronti di altrettanti tifosi del Trento.

I soggetti colpiti dal provvedimento dovranno stare lontano dai luoghi all'interno dei quali si svolgono competizioni calcistiche per un periodo variabile da un anno a un anno e sei mesi, se recidivi.

È stato possibile risalire alla loro identità grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza presente all’interno dell’impianto Rigamonti-Ceppi e alle riprese effettuate dalla polizia scientifica all’esterno dello stadio, nonché grazie alle riprese video delle bodycam in uso al personale del reparto mobile.

In particolare, tre tifosi sono stati sanzionati per aver acceso e lanciato “artifizi pirotecnici” all’interno dello stadio. Un quarto tifoso è ritenuto responsabile di istigazione e aggressione degli operatori delle forze dell’ordine. Il quinto ha commesso atti di violenza e lesioni nei confronti degli operatori del nucleo reparto mobile impegnati nel servizio di scorta tecnica della tifoseria.

Il numero dei tifosi sanzionati potrebbe però aumentare: “Le attività d'identificazione dei soggetti che si sono resi autori di comportamenti sanzionabili con il Daspo sono tuttora in corso”, fa sapere la questura di Lecco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daspo per cinque tifosi del Trento

TrentoToday è in caricamento