rotate-mobile
Cronaca Daone

Dramma in Val Daone: i due tredicenni sono stati traditi dal buio

Il padre di uno dei due ragazzini precipitati nel dirupo ha preso parte alle ricerche. I due adolescenti sono stati traditi dal buio durante un giro nei boschi

La comunità di Pieve di Bono è ancora scossa dalla tragedia avvenuta ieri in Val Daone, dove due ragazzi allontanatisi da casa per un'escursione in montagna sono stati trovati senza vita in fondo ad un dirupo. Il Comune ha indetto il lutto cittadino, clicca qui...

Tra le decine di volontari che hanno partecipato alle ricerche, dopo l'allarme lanciato dal nonno che si trovava in montagna con i due adolescenti, c'era anche Fabrizio Bartocchi, il padre di Fabio. Il corpo del figlio è stato trovato dai soccorritori accanto a quello dell'amico Federico, coetaneo. I dettagli delle operazioni sono stati resi noti dall'Ansa: sembra che i due siano stati traditi dall'oscurità, calata rapidamente nella valle dopo il tramonto.

I due ragazzini sono partiti dal fienile di proprietà del nonnoin località Limes per un giro nei boschi, ma dopo il calar del sole il ritorno a casa è diventato più difficile a causa della scarsa vivibilità. Questa la tesi dei soccorritori, secondo i quali i due ragazzi sono scivolati per oltre 20 metri dopo aver messo il piede in fallo.

Non è possibile stabilire, spiegano i carabinieri, se uno dei due abbia seguito l'altro nel tentativo di salvarlo o se siano precipitatientrambi nello stesso momento. Dopo il recupero delle salme, avvenuto nella notte, il magistrato non ha ancora disposto l'autopsia, ma la data delle esequie non è ancora stata fissata. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma in Val Daone: i due tredicenni sono stati traditi dal buio

TrentoToday è in caricamento