Cronaca

Daniza: Provincia assolta, ma Lav ed Enpa chiedono chiarezza sul veterinario "incapace"

Dopo la notizia di questa mattina dell'archiviazione per l'inchiesta della Procura sulla morte dell'orsa Daniza le due principali associazioni animaliste italiane, Enpa e Lav, non fanno attendere una secca risposta. L'ente per la protezione animali ha dichiarato la volontà di opporsi al provvedimento e di voler prendere visione dell'esito delle necroscopie.

Secondo l'Enpa, nella vicenda di Daniza i conti non tornano, anche perché se da un lato si ravvisano gli estremi per il “non luogo a procedere”, dall'altro la stessa Procura riconosce che qualcosa, nelle procedure di narcosi dell'animale, non ha funzionato. Il procuratore Amato ha infatti parlato di "gestione non adeguata" da parte del veterinario durante la fase post-narcotica. Proprio contro questo anonimo veterinario si scaglia la Lav, con una richiesta più dura: l'immediata rimozione dall'incarico e l'apertura di un procedimento disciplinare presso l'ordine dei medici veterinari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daniza: Provincia assolta, ma Lav ed Enpa chiedono chiarezza sul veterinario "incapace"

TrentoToday è in caricamento