Cronaca

Animalisti contro il Giro d'Italia a Pinzolo

Il movimento centopercentoanimalisti protesta contro l'assegnazione a Pinzolo della tappa di partenza del Giro d'Italia di martedì prossimo. "Una pessima idea scegliere Pinzolo, dove è stata uccisa l'orsa Daniza" e annunciano inziative di protesta e boicottaggio

Il movimento '"Centopercentoanimalisti" critica la scelta di Pinzolo come località di partenza della tappa di martedì prossimo del Giro d'Italia, "il paese dove è stata uccisa mamma Orsa Daniza". Lo scrive in una nota in cui rivendica un blitz compiuto la scorsa notte proprio a Pinzolo dove hanno affisso decine di manifesti di protesta e invito al boicottaggio. L'azione è stata compiuta, sottolineano, "per denunciare l'archiviazione dell'indagine della Procura di Trento che avrebbe dovuto far luce sull'episodio e sulle relative responsabilità, ricordare Daniza e rilanciare il boicottaggio contro il Trentino". "Quella di Pinzolo è una pessima scelta, la tappa è lunga e piena di insidie...", concludono gli animalisti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animalisti contro il Giro d'Italia a Pinzolo

TrentoToday è in caricamento