menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Custodi forestali, i sindacati lanciano l'allarme: "Con il nuovo regolamento taglio del 50%"

Sindacati sul piede di guerra contro il nuovo regolamento redatto dal Servizio Foreste e Fauna: la superficie di competenza di ogni singolo custode sarà raddoppiata

"Vogliono dimezzare i custodi forestali": a lanciare l'allarme sono i sindacati di categoria di Cgil, Cisl, Uil e Fenalt. Il conto è presto fatto: "adogni custode forestale saranno assegnati 3.500 ettari di superficie silvopastorale pubblica; il che, tradotto, significa ridurre i lavoratori di circa il 45%" si legge in una nota congiunta fortemente critica nei confronti del nuovo regolamento, per ora solo in bozza, predispoosto dal Servizio Foreste e Fauna e dal Consiglio delle Autonomie Locali. Un taglio che avrà ricadute occupazionali sul personale già in forze ai Comuni (dopo lo scioglimento dei consorzi ad opera della Provincia) ma anche, avvertono i sindacati, sui futuri sbocchi professionali degli studenti dell'Istituto agrario di San Michele all'Adige. Sul tema le tre sigle sindacali assicurano che si muoveranno attraverso i singoli gruppi consiliari per ostacolare la norma. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento